Thrive Through Purpose – Alessandro Broccolo

Episodio 21 – On Tedx Countdown Cortina, Padova, Treviso

23 Novembre 2021

Dopo la puntata dedicata al Tedx Padova, voglio dedicarne una nuova al Tedx Countdown, che si svolgerà a Cortina sabato prossimo, il 27 novembre e che vede lavorare insieme i Tedx Cortina, Padova e Treviso.

La particolarità e l’importanza di questo Tedx sono date dal tema che è la sostenibilità; countdown significa conto alla rovescia e questo è il conto alla rovescia per salvare il pianeta dal disastro ambientale.

Si è da poco conclusa la COP26 sul clima dove qualche passo avanti è stato fatto, ma dalle notizie sembra che ci sia sempre il freno a mano tirato e tutto sarà rimandato alla COP27. 

In questa puntata non entriamo nel dettaglio tecnico del tema.

Ho invece un semplice desiderio, quello di portare la nostra attenzione su CHI SIAMO.

Scopriamo insieme come CHI SIAMO sia un consapevolezza fondamentale per la sostenibilità.

Il punto di partenza è: se continuiamo a combattere tra cosa dobbiamo fare per salvare il pianeta e cosa non riusciamo a lasciare per farlo, se continuiamo a chiederci se sia il pianeta che si autoregola e se siamo noi a influenzarlo, significa che non abbiamo ancora capito nulla dell’esistenza, sulla vita e della natura umana.

CHI SIAMO: noi, allo stato puro, senza identificazione, senza karma, senza reazioni sensoriali, senza compulsioni, la nostra vera natura è la PURA COSCIENZA. Noi siamo UNO, il divino, diviso in molti.

Sentire e capire questa cosa e, per i più bravi di voi, farne l’esperienza reale, ti fa realizzare chi sei e inizi a vedere la strada verso il benessere qui e verso l’infinito sempre.

Cosa c’entra questo con la sostenibilità?

Provo a sintetizzarlo così.

Tutto è fatto della stessa essenza che si manifesta in diversi stati: spirito, coscienza, energia, materia, dallo stato più trascendentale a quello più materiale, dallo stato UNO allo stato molti, dal non identificato all’identificato, dal non duale al duale.

Cosa muove le cellule del nostro corpo? Come fa una cellula del cervello a non svegliarsi la mattina e dire adesso divento cellula del fegato? Come sono fatte le particelle di tutto l’universo? C’è differenza tra la struttura dell’atomo delle cellule del nostro corpo e la struttura atomica di una qualunque altra cosa? 

No.

Questi punti che sto riassumendo velocemente sono quello che dice la scienza oggi e che le conoscenze interiori dicono da millenni; la materia non è altro che energia in vibrazione e che tutto è composto dalla stessa cosa, particelle sempre più piccole.

Quello che cambia è il contenuto informativo e la capacità di essere coscienti del proprio Sé. In questo, in teoria, l’uomo è la manifestazione più avanzata dell’UNO.

Noi e un albero, pur avendo la stessa struttura, abbiamo un contenuto informativo, una composizione, (chiamiamolo DNA) diverso e non succederà mai che ci trasformeremo in un albero o in una cane, la coscienza, sotto forma di natura, sa che il nostro DNA non è quello dell’albero.

Noi però possiamo essere coscienti e consapevoli del nostro Sé, anche se l’intelligenza infinita che muove tutto, dalla particella più piccola in natura, ai nostri neuroni è presente in tutto; possiamo appunto diventare consapevoli di essere questa intelligenza.

Questo è quello che la spiritualità, lo Yoga dice da sempre.

Cosa c’entra questo con la sostenibilità? 

Bene nel mondo dell’UNO, si dice che macrocosmo e microcosmo sono due repliche, sono fatti nello stesso modo. 

Per questo si dice cerca DIO dentro di te, per questo Gesù Cristo disse: “Il Regno di DIO è dentro di voi”.

La realizzazione è un processo scientifico e non tanto devozionale.

Se siamo fatti “uguali” (tra “” perchè scientificamente dire così mi rendo conto essere improprio, ma come realtà questa è) e se un’intelligenza, la coscienza, muove tutto e se la coscienza siamo noi nel Sé realizzato, significa che noi siamo il tutto ed in tutto.

Credere quindi che la terra sia un qualcosa da salvare è giusto; se passiamo però a pensare che la terrà siamo noi stessi, perchè questa è la realtà sia materiale che spirituale cambia tutto. Se capiamo che il suo funzionamento è il nostro stesso funzionamento, ovviamente con la differenza della consapevolezza del Sé, allora ragazzi cambia ancora di più.

A livello pratico significa ad esempio questo: sappiamo che il nostro corpo sta in omeostasi quindi si autoregola e questo sia che siamo realizzati e coscienti del nostro spirito, sia che non lo siamo. Ci deve ad esempio essere un equilibrio di energie e quando questo non c’è nasce, ad esempio, la malattia.

La terra ha una sua omeostasi; piccolo esempio è l’energia che entra grazie al sole (e che è diversa nei vari cicli solari che durano circa 12 anni)  e l’energia che la terra rimanda indietro, fa uscire, soprattutto grazie alla luce riflessa dalle superfici chiare; se c’è stagnazione, ovvero la terra non riesce a far circolare questa energia, perchè ad esempio bloccata dai gas serra, la malattia si chiama, per fare un banale esempio, calamità naturale.

Lo so, queste cose sono ovvie, ma la nostra vita non è pura gioia, benessere e beatitudine perchè le cose più ovvie vengono nascoste dall’ identificarsi con quello che non siamo, dal dimenticarsi di essere quell’UNO.

Quindi queste riflessioni diventano non ovvie; dire che noi e la terra siamo la stessa sostanza in diversi stati di spirito, energia, materia e coscienza non è ovvio e molti, immagino anche molti di voi all’ascolto, penseranno che siano stupidaggini, ma non serve avere una qualche fede e devozione per rendersi conto che è così, basta osservare e ascoltare l’esistenza e noi non ascoltiamo più nulla. 

Non importa se anche tutti voi siete come me, non avete realizzato che siete Quello, anche solo il sentirlo, pensarlo e agire di conseguenza cambia la vostra vita e il rapporto con il tutto.

QUINDI: e’ vero che il pianeta si autoregola ed è anche verò che noi in modo non cosciente lo stiamo influenzando, entrambi ci auto-regoliamo sulla base delle stessi leggi naturali e dell’intelligenza universale, sapendo che, lo dico nuovamente, noi possiamo essere quella intelligenza.

Possiamo scegliere di essere alberi o animali o di essere semplicemente “essere”.

Possiamo guardare un piatto di pasta pensando che ci stiamo nutrendo della nostra stessa essenza, la natura e che l’intelligenza che permette al grano di crescere sano è la stessa che muove le nostre cellule e che, se la realizziamo, diventa anche quella che attiva i nostri neuroni; neuroni che oggi sono attivati solo da passato, pensieri (karma), reazioni ai sensi, attaccamenti ecc ecc

Al TedX Countdown diciamo tutti io sono la terra, io sono l’universo, ma ho la fortuna di poter essere anche la madre, il padre di questa terra.

Music from Uppbeat (free for Creators!):
https://uppbeat.io/t/soundroll/the-anthem
License code: 0ORQFHUG4HSY1ABZ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 + 9 =